--- COMUNE DI SONA ---

Il successo delle biblioteche di Sona e Lugagnano

COMUNICATO STAMPA   
8 aprile 2015 - Sona (Verona)

Il successo delle Biblioteche di Sona e Lugagnano. Bianco: “Quasi trentamila prestiti. Ci rinnoviamo e apriamo una sezione specifica su Verona. E fra poco altre rivoluzionarie novità”.

Il 2014 è stato un anno di incremento di prestiti e di utenti per la Biblioteca di Sona e per la Sala Lettura di Lugagnano: il trend positivo degli ultimi anni prosegue, con grande soddisfazione del personale della Biblioteca. Anche grazie alle iniziative dell’Ora del Racconto e delle visite guidate che vengono proposte alle Scuole, dall’Asilo Nido alle Scuole Primarie di Secondo Grado aumentano sia gli iscritti alla Biblioteca sia i prestiti. Sono quasi trentamila i prestiti totali di libri, Dvd, riviste. Nel 2014 il patrimonio della Biblioteca è stato incrementato di ben 1472 documenti.

 “La Biblioteca di Sona e la Sala Lettura di Lugagnano rappresentano un valore importantissimo per la comunità di Sona – dichiara Gianmichele Bianco Assessore alla Cultura.- Tanto che appena possibile ne valorizziamo il patrimonio di libri, DVD, riviste. Un’attenzione particolare è rivolta anche alla letteratura per bambini: i genitori possono trovare materiale per accompagnarli nella loro crescita. E se non trovano quel che cercano, glielo procuriamo tramite il Sistema Bibliotecario Provinciale. Ognuno dei quasi duemila utenti attivi, cioè che hanno preso in prestito almeno un libro, è una risorsa per tutto il nostro Paese.”

Gli utenti della Biblioteca di Sona sfruttano sempre di più anche la modalità dell’interprestito: la prenotazione on line di libri delle Biblioteche della Provincia, che vengono portati a Sona entro una
settimana dalla richiesta. Sono quasi seimila i documenti arrivati dalle Biblioteche provinciali per i nostri utenti e quasi cinquemila i documenti della Biblioteca di Sona che sono andati in prestito agli utenti delle altre Biblioteche di Verona e provincia.

 “La biblioteca è in continua evoluzione – ammettono la Dott.ssa Raffaella Tessaro e la Dott.ssa Irene Canzan in servizio presso la biblioteca di Sona e la Sala Lettura di Lugagnano :– la collezione di libri che riguardano Verona, il fondo “Veronenis”, è stato spostato al primo piano, sempre nell’edificio della Biblioteca, dove è ospitato il Museo Paleontologico Fedrigo. Il trasloco ha permesso di valorizzare meglio i libri che riguardano la storia di Verona, gli scrittori veronesi e tutto il territorio della Provincia; inoltre i libri di narrativa, troppo stretti sugli scaffali a piano terra, possono essere allargati e maggiormente fruibili.”

“A breve ci saranno alcune novità rivoluzionarie – dichiara Bianco – che porteranno a fruire della biblioteca anche in orari di chiusura della stessa, per studio o lettura. E’ un modo per aprire gli spazi del Comune alla cittadinanza.”