--- COMUNE DI SONA ---

Sensibilità Chimica Multipla .... tutti coinvolti senza saperlo !!

 
COMUNICATO STAMPA   
16 aprile 2015 - Sona (Verona)

Sensibilità Chimica Multipla....tutti coinvolti senza saperlo. Un Convegno importante a Sona,
lunedì 20 aprile ore 18.30 - Sala del Consiglio. Saranno rilasciati n. 4 crediti ECM ai medici.

Si terrà a Sona il Convegno sulla Sensibilità Chimica Multipla (MCS), evento promosso dall'Assessorato ai Servizi Sociali del Comune di Sona.
Una patologia rara, la Sensibilità Chimica Multipla (MCS), che comporta gravi intolleranze a molte sostanze chimiche di uso comune. Secondo uno studio condotto negli USA, l'MCS (Multiple Chemical Sensibility) colpisce dall'1,5 al 3% della popolazione, rendendo di fatto "impossibile" la vita di molte persone; insetticidi, pesticidi, vernici, solventi, scarichi delle auto, prodotti plastici, farmaci, tessuti e stoffe soprattutto nuove, disinfettanti, detersivi, profumi, deodoranti personali o per la casa, sono tutte sostanze di derivazione petrolchimica che danneggiano il sistema immunitario delle persone affette da MCS. Nell'arco di pochi anni dalla manifestazione i sintomi si cronicizzano e, senza un adeguato sostegno, la sindrome può avere conseguenze molto gravi.
Perché a Sona? Lo abbiamo chiesto al Vice Sindaco Simone Caltagirone con delega ai Servizi socio/sanitari e promotore dell'evento.

"Subito dopo il mio insediamento nel 2013 – dichiara il Vice Sindaco - i familiari di alcune persone affette da MCS e residenti sul nostro territorio hanno chiesto di incontrarmi per raccontare la loro storia. Sono rimasto profondamente colpito nell'apprendere le difficili (per non dire impossibili) condizioni di vita alle quali sono sottoposte quotidianamente queste persone. Mi sono documentato e purtroppo sin da subito ho capito che la situazione a livello nazionale, sotto il profilo sanitario, non era loro favorevole. Pur essendo riconosciuta come patologia rara da alcune regioni italiane – tra le quali il Veneto – l’MCS non è ancora stata riconosciuta dal Ministero della Salute; e questo rende veramente complicata la vita delle persone affette da MCS per la mancanza di un protocollo ufficiale. E allora, come poter dar loro una qualsiasi forma di sostegno?....Promuovendo sul territorio un evento finalizzato a sensibilizzare la comunità e a far emergere eventuali altri casi presenti ma non conosciuti, non solo a Sona. Con questa iniziativa siamo andati oltre - prosegue il Vice Sindaco - ottenendo per il convegno che si terrà lunedì 20 aprile a Sona, l'accreditamento della Commissione Regionale ECM Veneto e questo grazie anche alla collaborazione con l'ULSS 22. E’ del tutto evidente che l’MCS è considerata e tanto se ne parla."

Il Convegno, patrocinato dal Comune di Sona, dall'ULSS 22 e dall'Associazione ADAS Onlus, tratterà l’argomento attraverso l’intervento di figure professionali; avrà come Responsabile  Scientifico il Prof. Enrico Polati (Direttore U.O.C Anestesia e Rianimazione Policlinico Universitario di Borgo Roma) ed è rivolto alle seguenti categorie: medici, infermieri e farmacisti, fino ad un massimo di 50 partecipanti, ai quali saranno rilasciati n. 4 crediti ECM. Altri operatori potranno eventualmente partecipare fino al raggiungimento del massimo previsto, senza assegnazione di crediti.

Come si sta muovendo la comunità internazionale? "Stati Uniti, Canada, Germania (2000), Austria (2001), Giappone (2009), Svizzera (2010), Danimarca (2012), Finlandia e Spagna (2014) sono tutti paesi che hanno già riconosciuto ufficialmente la MCS - afferma il Vice Sindaco Caltagirone. In Italia purtroppo, la situazione è ancora in fase di stallo. Considerate le numerose iniziative intraprese negli ultimi anni tanto in Italia quanto in Europa, è lecito pensare che i tempi siano maturi affinché anche il nostro governo e il Ministro della Salute portino a compimento l'iter previsto per il riconoscimento, in linea con molti altri paesi europei ma soprattutto per dare voce e parità di accesso a cure mediche ai tanti malati presenti sul territorio."