--- COMUNE DI SONA ---

COMUNICATO STAMPA   
8 Luglio 2015 - Sona (Verona)
Sona Comune Pilota nella lotta agli sprechi alimentari. “L.A Mia Spesa Felice trasforma gli
studenti in consumatori consapevoli.”

Parte da tre classi secondarie del Comune di Sona il progetto lA.mia Spesa Felice, promosso da Amia Verona S.p.A. e Serit S.r.l. che si pone come obiettivo di promuovere e favorire la diffusione di una alimentazione più sana e corretta, sensibile agli sprechi alimentari e alla riduzione dei rifiuti. Progetto che potrà essere allargato a tanti Comuni del Consorzio Bacino Verona Due, di cui Sona fa parte.
L’obiettivo è di trasferire le tematiche di Expo 2015 “Nutrire il pianeta, energia per la vita” nella quotidianità, approfondendo argomenti relativi all’approvvigionamento alimentare, al ciclo di vita dei prodotti, alla loro produzione, al confezionamento fino allo smaltimento, per indirizzare i ragazzi verso un acquisto di cibo più ragionato e salutare.
Il progetto prevede un’impostazione partecipativa learning by doing che inizierà nelle aule e che permetterà agli studenti di tradurre l’apprendimento in esperienza: la formazione in classe, è finalizzata ad una vera e propria spesa presso un supermercato convenzionato, durante il quale i ragazzi metteranno in pratica quanto appreso sui banchi di scuola.
I primi incontri propedeutici al progetto lA.mia Spesa Felice che coinvolgerà le classi secondarie di primo grado dell’intera provincia di Verona facenti richiesta e che inizieranno il prossimo anno scolastico 2015/16, sono stati coordinati dalla dott.ssa Elena Brizzolari (Amia Spa/Serit s.r.l.) con la collaborazione dei dirigenti scolastici e degli insegnanti delle classi 1 A e 1 D di Sona e la 1 B di Lugagnano. Una lezione atipica, che ha alternato la proiezione di video a momenti didattici fino alla spesa effettiva effettuata presso il supermercato Rossetto della Grande Mela.
“Ragazzi attenti e preparati” sostiene la dott.ssa Brizzolari “curiosi di approfondire temi quali lo smaltimento  dei rifiuti e lo spreco, anche dal punto di vista dell’economia familiare”
“lA.mia Spesa Felice trasforma gli studenti in consumatori consapevoli, attenti a gestire i rifiuti correttamente e a ridurre l’impatto ambientale” sostiene il Sindaco di Sona Gianluigi Mazzi da subito favorevole all’iniziativa. “Un approccio che deve andare ben oltre la scuola; che i ragazzi devono portare nelle famiglie e trasferire agli amici, affinché ogni cittadino abbia la conoscenza, la responsabilità e il rispetto per l'ambiente in cui vive”.