--- COMUNE DI SONA ---

Un Gomitolo a Colori per aiutare i minori in difficoltà.

COMUNICATO STAMPA   
7 Settembre 2015 - Sona (Verona)
 
Un Gomitolo a Colori per aiutare i minori under 14 in difficoltà. L’Assessore al Sociale Simone Caltagirone: “Un progetto flessibile rispetto ai bisogni dei minori e delle famiglie che e si apre al territorio”.
 
La Giunta comunale ha approvato il nuovo progetto "Il Gomitolo a colori" rivolto ai minori, di età compresa fra i 6 ed i 14 anni, in situazione di difficoltà rientranti nell'area del disagio sociale di carattere familiare, personale, psicologico, educativo e delle relazioni.
“Il Centro diurno “M. Aldrighetti” di Sona è stato, per quasi trent’anni, un valido e significativo punto di riferimento per bambini e bambine e per le loro famiglie in difficoltà – si dichiara all’interno della scheda di progetto -. Negli ultimi anni si è sentita l’esigenza di aprire il servizio del Centro Diurno ad altre progettualità per valorizzarne le sue potenzialità e per offrire allo stesso tempo opportunità di integrazione dei bambini/e inseriti/e con il territorio. È nato così un coordinamento di “pensiero” composto dalle figure educative territoriali per cercare di elaborare una nuova e attuale proposta di servizio. Si è partiti da una lettura dei bisogni educativi dei minori in difficoltà, per realizzare un progetto dinamico e flessibile aperto al territorio, integrato con le progettualità educative e associative locali, che possa diventare opportunità preziosa alla comunità territoriale, occasione d’incontri generativi, di confronto e di formazione, sempre con particolare attenzione alla fascia più debole e fragile della popolazione.”
“Lo stabile di via Montecorno acquista quindi la vocazione di Spazio educativo per la famiglia – dichiara l’Assessore Simone Caltagirone -, al cui interno si integrano le diverse progettualità comprendenti le aree: minori in situazione di fragilità, genitorialità, legami in rete ed integrazione con il territorio. Il progetto è organizzato in modo flessibile rispetto ai bisogni dei minori, supera il concetto di Centro diurno e si apre al territorio.”
Il progetto risponde laddove altre risorse territoriali o altri servizi educativi di carattere individuale, da soli, non siano stati ritenuti sufficientemente adeguati a supportare il minore e la sua famiglia. Il progetto  si articola, in modo flessibile rispetto ai bisogni dei minori, nelle seguenti proposte di servizi:
Il Servizio Socio Educativo del Comune concorderà con la famiglia una proposta educativa pomeridiana (che rientrerà nei colori del Gomitolo) specificando le modalità di accesso e le rette diversificate a seconda dell’esigenza.