--- COMUNE DI SONA ---

“Le tasse non hanno residenza a Sona”. Dichiarazioni del Sindaco.

COMUNICATO STAMPA   
21 Agosto 2015 - Sona (Verona)
 
Le tasse non hanno residenza a Sona. Il Sindaco Gianluigi Mazzi: “Attenzione massima alle spese e nessun taglio ai servizi”.

Il giornale l’Arena ha pubblicato il 6 Agosto un articolo sulle tassazioni dei comuni più popolosi della provincia. Il risultato è che il Comune di Sona ha la tassazione pro capite più bassa di tutti, molto più bassa dei Comuni limitrofi come Bussolengo (45 euro in più a testa), o Villafranca (44 euro), Pescantina (circa 100 euro in più a testa), o di Comuni come San Giovanni Lupatoto, che ha ben 115 euro in più a testa di tassazione. Dal Comune che tassa di più, Cerea, il Comune di Sona dista ben 212 euro pro capite.
“E’ bello vedere che i nostri sforzi sono premiati – commenta il Sindaco Gianlugi Mazzi, che ha anche la delega al Bilancio -. Ma soprattutto è bello verificare che quando si parla di tenere le tasse basse sia un Comune governato da liste civiche ad essere sul gradino più alto del podio. Non è un caso perché siamo molto vicini ai nostri paesi, alle persone che con noi ogni giorno li vivono, con le loro preoccupazioni e speranze. Ed è da queste preoccupazioni e da queste speranze che cogliamo la linfa vitale per amministrare: la vicinanza con le persone è il nostro principio più importante da seguire.”
Governare con una tassazione così bassa significa trovare forme eque per ripagare i servizi. “Da questo punto di vista – afferma il Sindaco – già da tempo stiamo sperimentando nuove forme di contribuzione. Per esempio, abbiamo introdotto lo strumento del ‘Fattore Famiglia’ studiato dall’Università di Verona, per elaborare con maggior equità e precisione le contribuzioni dei cittadini, stando sempre attenti a non tartassare per nulla i portafogli. Quindi applicheremo laddove possibile l’ISEE e il fattore famiglia per tenere le tasse più basse della provincia ma, nel contempo, trovando una forma equa di contribuzione dei servizi per chi può farlo, sempre con molto rispetto e senza incidere troppo. Non solo - commenta il Sindaco - stiamo operando con una forte verifica sul territorio per far pagare le tasse anche agli evasori. Soprattutto su ICI e Tari, con sopralluoghi dei tecnici. Pagare meno tasse tutti, questo è il concetto che deve passare; ma per far questo serve che tutti contribuiscano, appunto, in modo equo.”
Trovare forme di efficienza per il Comune, tenendo basse le tasse, è un dovere che questa Amministrazione sta mettendo in settori molto diversi tra loro. “Ad esempio – continua Gianluigi Mazzi – nelle nuove convenzioni per la gestione degli impianti sportivi, daremo come obbligo alle società di ridurre i consumi di luce, acqua e gas in modo da pensare a tariffe meno onerose. Oppure per i servizi di assistenza medica domiciliare: applicando ISEE e Fattore Famiglia chiederemo un piccolo contributo, in modo equilibrato e rispettoso, per chi può. Insomma, serve trovare un punto di baricentro tra tenere le tasse basse per tutti e contribuire in modo equilibrato e rispettoso per chi può. In conclusione, le tasse non hanno residenza a Sona, né gliela daremo in futuro!” conclude.