--- COMUNE DI SONA ---

Contributi alle Parrocchie 2016

COMUNICATO STAMPA
20 maggio 2016 - Sona (Verona)
In un Tweet
#SonaInComune Nuovi contributi per le parrocchie del Comune di Sona. Il Sindaco Gianluigi Mazzi: “Contribuire economicamente alle Parrocchie nel loro servizio significa aiutare tutta la Comunità”

Nuovi contributi per le parrocchie del Comune di Sona
Quasi 16 mila euro ripartiti tra la Parrocchia di Sona e quella di Lugagnano per attuare progetti. Con una delibera di Giunta del 7 aprile l’Amministrazione di Sona ha dato esecuzione alla ripartizione per l’anno 2016 della quota di proventi derivanti dagli oneri di urbanizzazione secondaria destinandola agli interventi concernenti le chiese e gli altri edifici religiosi, così come approvato dal Consiglio Comunale in febbraio.
“Si tratta – dichiara il Sindaco Gianluigi Mazzi – di contribuire alla rilevante attività rivolta alla comunità da parte delle nostre Parrocchie. Quasi seimila euro alla Parrocchia di Sona e quasi diecimila a quella di Lugagnano. Parrocchie che hanno fatto la domanda per effettuare diversi progetti”.
A favore della Parrocchia San Salvatore di Sona sono esattamente € 5.577,20 per la manutenzione ordinaria dell’impianto di illuminazione, per la sostituzione di lampade obsolete e l’installazione di led a basso consumo energetico, mentre a favore della Parrocchia Sant’Anna di Lugagnano sono 9.422,80 euro per la rimozione e il ripristino dei serramenti nella parta bassa della Chiesa. Nessuna richiesta è invece arrivata per il 2016 da parte delle Parrocchie di Palazzolo e di San Giorgio in Salici.
“Le Parrocchie beneficiarie del contributo comunale – ricorda il Sindaco - dovranno indicare su apposito cartello di cantiere la dicitura ‘Opera realizzata con il contributo comunale ai sensi della L.R. Veneto 20.08.1987, n. 44 Disciplina del fondo per le opere di urbanizzazione’. Si tratta di far sapere che tutta la comunità è coinvolta per il nostro luogo di culto cattolico ed è giusto che ne venga data visibilità. È un dovere come Sindaco e come cittadino aiutare le chiese.”
“Abbiamo voluto contribuire in questo 2016, come era stato fatto anche negli anni 2013, 2014 e 2015. La Regione Veneto ci ha comunicato di aver deciso di sospendere questa erogazione, mentre Sona ha voluto proseguire anche per quest’anno. Sempre più Provincia e Regione obbligano i Comuni a dover rivedere la modalità di erogazione e il prossimo anno dovranno essere fatte anche da Sona delle scelte importanti”.