--- COMUNE DI SONA ---

SONA FOOD AND WINE FESTIVAL

Si è svolta dal 15 al 20 giugno la prima edizione del "Sona Food and Wine Festival", manifestazione che punta a promuovere le eccellenze enogastronomiche del territorio, organizzata dalla Proloco e dalla Consulta delle Attività Produttive del Comune di Sona, con il patrocinio dei Comuni di Sona e Sommacampagna.
Tra i protagonisti anche lo Chef di Rai2 Fabio Potenzano e i Kyras, band di Sona che ha aperto i Wind Music Awards del 6 giugno all’Arena di Verona.
Sono sempre più numerosi i visitatori stranieri che scelgono il territorio compreso tra Verona ed il lago di Garda come campo base per esplorare le destinazioni turistiche di grande appeal che il Veneto offre. E’ a loro, ma anche ai più giovani, affinché non perdano il legame con la propria terra e con le tradizioni più antiche, che si è rivolto il progetto del "Sona Food and Wine Festival", presso il Palapesca del mercato ortofrutticolo di via Cesarina 16, nel comune di Sommacampagna.
L’offerta gastronomica delle ben sei serate dedicate anche a chi abbia avuto voglia di trascorrere una serata diversa dal solito, con la garanzia di mangiare cibo di qualità, ha spaziato dai classici della tradizione culinaria locale (come i bigoli con la sardela, i tortellini al burro fuso o il risotto al tastasal) a dei veri e propri piatti inediti creati per l’occasione: come il Sona Burger, hamburger di pura fassona italiana da 240 grammi in un fragrante panino sfornato dai panifici locali, o la bistecca dell’amicizia, 6 kg di pura carne di manzo cotta alla brace da condividere con una decina di amici (anche dodici), creazioni dei macellai della zona Alessandro Molon e Antonello Massagrande.
Non sono mancati i piatti dedicati ai vegetariani (come i bigoli alle verdure) o ai celiaci: prelibatezza assoluta era la cotoletta orecchio di elefante extralarge, impanata con farina di mais (quindi senza glutine) e fritta in puro olio di oliva italiano.
Tra le specialità da segnalare anche quelle dello Chef Fabio Potenzano, docente di cucina presso le scuole alberghiere di Verona e Brescia, dal 2014 nel cast del programma “Detto Fatto”, su Rai 2 condotto da Caterina Balivo: parmigiana di pesce spada, cappuccio di polpo alla pantesca, tonno cunzato  e altri piatti ancora a base di pesce.
Nel menù non poteva mancare anche un altro classico della tradizione italiana: la pizza. Il "Sona Food and Wine Festival" ha presentato la "Pizza Gordon" di Roberto Zagolin, che ha ottenuto un ottimo piazzamento al Giro Pizza d’Europa grazie ad una ricetta che ha riproposto nell’ambito della manifestazione.
Tra gli oltre venti stand alimentari, protagonisti anche il prodotto simbolo della zona, la Pesca di Verona IGP, la famosa Torta Millefoglie della pasticceria "Le Golosine" e i prodotti del pastificio Mazzi (tortellini e pasta trafilata al bronzo). Quanto ai vini, sono stati proposti solo ed esclusivamente quelli locali che nascono dai vigneti delle colline moreniche che circondano Sona, quali il Custoza, il Bardolino e il Chiaretto, prodotti dalle cantine Poggio delle Grazie, Venciu e  Zamuner.
Diversificata anche la proposta musicale e di intrattenimento che ha accompagnato la parte enogastronomica della manifestazione: musical, balli latino americani, karaoke, laboratori per bimbi, giochi gonfiabili, spettacoli e musica dal vivo tutte le sere a partire dalle 21.30.
E sabato 18 giugno gli ospiti d’eccezione sono stati i Kyras, band di Sona che il 6 giugno ha avuto l’onore di aprire la kermesse Wind Music Award all’Arena di Verona.
“Sono felice del calore e dell’energia che ha ruotato attorno a questo progetto che è stato reso possibile solo grazie all’entusiasmo e alla volontà di tante donne e uomini, macellai, albergatori, falegnami, imprenditori, insegnanti tutti del territorio - fa sapere il sindaco di Sona Gianluigi Mazzi - che si sono dati da fare per condividere le nostre eccellenze con chi ancora non le conosce. E’ grazie al loro entusiasmo e alla loro voglia di far conoscere al mondo la terra in cui siamo nati - aggiunge Mazzi - che questa che era solo un’idea è diventata prima un progetto ambizioso ed infine una bella realtà. Mi auguro - conclude il sindaco di Sona - che questo evento sia solo il primo di una lunga serie di manifestazioni che vogliamo portare avanti”.