--- COMUNE DI SONA ---

Imposta di soggiorno - Software

Per l’imposta di soggiorno, dal Comune un software gratuito per le strutture ricettive. L’Assessore Elena Catalano: “L’opportunità di utilizzare gratuitamente questo strumento faciliterà gli stessi operatori dotandoli di un software utile e indispensabile per ridurre incombenze e burocrazia”

L’Ufficio Tributi del Comune di Sona si è dotato di un nuovo software per la gestione delle attività legate alle incombenze amministrative per la contabilizzazione dell’imposta di soggiorno.
“L’Amministrazione vuole concedere alle strutture ricettive turistiche l’opportunità di utilizzare gratuitamente un software che faciliterà gli stessi operatori dotandoli di uno strumento utile e indispensabile – dichiara l’Assessore ai tributi Elena Catalano -. Le attività turistiche ricettive potranno stampare direttamente le ricevute ai clienti, generare ed inviare telematicamente tutte le comunicazioni obbligatorie sia al Comune sia alla Regione e alla Questura e inoltre potranno usare il software per la gestione del booking in aggiunta e/o sostituzione dell’agenda prenotazioni.”
Ulteriore vantaggio dello strumento offerto è quello di raccogliere dati statistici delle presenze, anche turistiche, sul territorio.
“Il 20 dicembre scorso la gran parte dei 34 operatori del settore ha potuto ascoltare la presentazione e le modalità operative di funzionamento del software presentate dalla ditta incaricata che ha contestualmente consegnato le password personali di accesso. Si tratta – prosegue l’Assessore – di semplificare le incombenze burocratiche e amministrative che troppo spesso portano via tempo prezioso. È un modo per stare vicino alle finalità degli imprenditori e degli operatori, perché ci interessa il valore aggiunto che creano con le loro importanti ed eccellenti attività!”
L’imposta di soggiorno, introdotto a seguito di una legge nazionale, ha lo scopo di finanziare interventi in materia di turismo e promozione del territorio ed ha impegnato i titolari delle strutture ricettive di ulteriori compiti e responsabilità per gestirla.
“Gli amministratori, così come vuole la legge – spiega il Portavoce del Sindaco Luigi Forante -, indirizzeranno i proventi dell’imposta di soggiorno per portare benefici rivolti al miglioramento del contesto turistico e ricettivo attivando azioni idonee ad attrarre turisti e visitatori.”
In quest’ottica l’Assessorato al turismo comunica che diversi sono stati i progetti finanzianti con l’imposta di soggiorno, quali ad esempio: il progetto intercomunale ON THE ROAD in collaborazione con alcune Scuole Superiori dei comuni confinanti e con il CTG, che prevede la costituzione di info-point turistici nell’area lacustre e presso i principali centri commerciali locali; la stampa di depliant promozionali plurilingue dei beni storico-architettonici del nostro territorio; la stampa di brochure turistiche e di piantine cicloturistiche del territorio di Sona nelle principali lingue turistiche. Materiali che saranno messi a disposizione delle strutture ricettive per i turisti oltre che dei cittadini di Sona.