--- COMUNE DI SONA ---

“Avventure al museo”: un salto nel passato per i bambini del Comune di Sona
Sabato 13 maggio negli spazi della biblioteca e nella sala del Museo Fedrigo di Sona  si è svolta la prima edizione di “Avventure al museo”, una serata ambientata nella preistoria e indirizzata a tutti i bambini delle scuole elementari di Sona, Lugagnano, Palazzolo e San Giorgio. Obiettivo? Dare luce al nostro piccolo ma ricchissimo museo comunale, non per mezzo di dettagliate nozioni scolastiche ma attraverso un realistico salto all’indietro nella storia: giochi di squadra, laboratori creativi e soprattutto tanto divertimento!
“Dopo una piccola accoglienza da parte degli organizzatori e un momento di conoscenza reciproca, è stato consegnato ad ogni bambino un cartellino di riconoscimento personalizzato. Su ognuno di questi vi era la fotografia di un fossile presente nel museo e il compito dei ragazzi - che hanno svolto con molto entusiasmo - era quello di cercare il nome del proprio reperto storico  tra tutti quelli conservati nelle teche” spiegano gli educatori del comune di Sona Francesca Faccincani e Nicola Dal Maso, che hanno aiutato i ragazzi del bando Edy nella realizzazione del progetto. “La serata è proseguita poi con una cena a base di pizza, al termine della quale lo “Scienziato Smemorato” ha rivelato di aver perso tutti i pezzi della sua preziosa macchina del tempo e di essere rimasto bloccato nella preistoria” continuano gli educatori.
Un’emozionante caccia al tesoro, un laboratorio di pitture rupestri e una coinvolgente danza preistorica sono stati, infine, gli ingredienti di questa “Avventura”, che ha riscosso molto successo sia tra i bambini che hanno partecipato attivamente, sia tra i genitori, entusiasti dell’iniziativa che ha coinvolto i loro figli. “Eventi come questo servono non solo a diffondere in modo alternativo la cultura e il sapere tra i ragazzi, ma anche a far conoscere e valorizzare le opportunità che il nostro Comune ci mette a disposizione, come quella del Museo Fedrigo sopra la biblioteca che così efficacemente stanno dimostrando di saper valorizzare i giovani” commentano l’Assessore alla Cultura Gianmichele Bianco e l’Assessore alle politiche giovanili Simone Caltagirone.
Considerati i riscontri positivi dell’evento, i ragazzi del progetto Edy (“Edy: il protagonismo giovanile prende luce” promosso dall’associazione Cavalier Romani e dall’Assessorato alle politiche Giovanili e l’Assessorato alla cultura del Comune di Sona) hanno già messo in programma la seconda edizione di “Avventure al museo” per dare la possibilità ad altri bambini di partecipare. La macchina del tempo dello Scienziato tornerà sicuramente un’altra volta nel passato!