--- COMUNE DI SONA ---

Arbor Redemptionis - Dipinto di Federico Bellomi



Arbor Redemptionis, (1991-2005) che si trova nella chiesa parrocchiale di Sant'Anna a Lugagnano di Sona (VR), ultima opera monumentale, é una tempera di caseina lattica di 240 mq.
In Arbor Redemptionis si narra la Storia della Salvezza in un’interpretazione soggettiva ricca di riferimenti storici, biblici, teologici e filosofici.
Federico Bellomi, fedele agli antichi maestri rinascimentali, usa la tecnica della caseina lattica per dipingere questa parete. Le innumerevoli velature e l’utilizzo esclusivo di terre ed ossidi naturali unite ad una conoscenza e ad una tecnica pittorica molto raffinate e personali, rendono quest’opera unica al mondo.
Gli episodi della Sacra Scrittura narrati in questa parete, sono essenziali ed efficaci anche per chi non ha dimestichezza con gli episodi biblici.

Per la visione dell'opera: clicca qui.
altre foto: clicca qui
altre foto: clicca qui
altre foto: clicca qui
altre foto: clicca qui

Notizie sull'autore.

Federico Bellomi (Colognola ai Colli 1928, Verona 2010)
Federico Bellomi pittore in Verona inizia a dipingere fin da giovanissimo con l’incisore Dante Broglio.
Terminati gli studi accademici, dopo il secondo conflitto mondiale migra in Francia nel massiccio cen-trale come minatore.
Qui verrà esposta una sua prima tela ed eseguirà un piccolo affresco nelle sale del Café de la Paix di Saint-Etienne.
Tornato in Italia inizia a lavorare a bottega da Pino Casarini.
La produzione artistica comprende, oltre agli affreschi, anche numerose opere a cavalletto, sculture, incisioni.
La sua prima grande opera come frescante risale agli anni sessanta e si trova presso la chiesa di Quaderni di Villafranca; restaurata poi nel 1983 ridipingendo interamente, senza l’ausilio dei cartoni, il catino absidale.

Alcune altre opere nel territorio veronese
 
1960, 1962; 1979; 1983-1984: ciclo di una decina di affreschi, chiesa di S. Matteo a Quaderni di Villafranca di Verona.
1963; 1984-1987: Antica Locanda Mincio a Borghetto di Valeggio sul Mincio (VR) affreschi, tavole a tempera ed a olio rappresentanti: Attila, Storia del fiume Mincio e Il mito di Margherita.