--- COMUNE DI SONA ---

Comune di Sona e libreria “Giunti al Punto” di Lugagnano: migliaia di libri donati alle scuole

Pubblicata il 31/10/2017

Anche quest’anno durante il mese di agosto le librerie “Giunti al Punto” d’Italia hanno organizzato, con la collaborazione dei Comuni aderenti, una raccolta di libri presso le loro 200 sedi, libri che sono stati donati dai clienti delle librerie e che saranno recapitati alle scuole dell’infanzia e primarie presenti nei territori. Complessivamente quest’anno sono stati raccolti e saranno donati alle scuole di tutta Italia più di 233.402 volumi e nello specifico la libreria Giunti al Punto della Grande Mela di Lugagnano, col patrocinio del Comune di Sona, ha raccolto dai privati quasi 2.700 libri che saranno distribuiti alle scuole di un territorio più ampio rispetto a Sona, oltre ai più di mille volumi donati da aziende o gruppi specificatamente per le scuole del Comune di Sona.
“Si tratta di un’iniziativa che ripetiamo e patrociniamo ogni anno – afferma l’Assessore alla Cultura Gianmichele Bianco con delega alla Biblioteca – e che ci stupisce per i traguardi che si superano ogni volta! Sono in media 90 i libri al giorno durante il mese di agosto donati da chi è entrato in libreria: ben 2.700 libri in un mese a fronte dei circa 2.000 dello scorso anno. Uomini e donne di ogni Paese d’Europa che credono nel valore della lettura e della cultura, per far crescere il mondo in cui viviamo, lasciando dediche nella loro lingua, testimonianze che la cultura non ha confini. Questi non sono slogan, ma vere e proprie speranze di un futuro migliore se si raggiungono questi livelli di donazione! E poi vorrei ringraziare anche le associazioni e le realtà commerciali e imprenditoriali del territorio per la donazione di libri che hanno fatto specificatamente per le scuole di Sona: da sempre questa parte attiva della Comunità crede nei progetti che hanno come finalità la crescita dei nostri ragazzi e quest’anno arriveremo a più di mille libri da aggiungere a quelli dei privati cittadini!”.
Leggi il comunicato stampa completo cliccando qui.


Facebook Google+ Twitter